Fare Start-up è un obiettivo di molte persone che intendono intraprendere la strada dell’imprenditoria; nasce da un’idea iniziale per poi concretizzarsi in un vero e proprio progetto.
è fondamentale avere ben chiare le giuste azioni da eseguire, volte a produrre risultati concreti soprattutto nei primi mesi/anni di vita ed a scongiurare gli errori più comuni che, talvolta, possono risultare definitivi.

Come evitare errori in fase di Start-up? Ecco 6 consigli utili

Fare Start-up è un progetto complesso, per questo è necessaria una visione ben definita su tutto ciò che ruota attorno all’idea che s’intende lanciare sul mercato.
Soprattutto se si è alle prime armi e quindi non consapevoli di cosa si incontrerà lungo il percorso, le probabilità di commettere errori possono aumentare, nonostante l’idea possa essere apparentemente valida e vincente.
Ecco 6 consigli da tenere a mente, per procedere con il piede giusto:

  • Business Plan

    Ogni Start-up non può prescindere dalla redazione di un buon Business Plan: ovvero la sintesi dei contenuti e delle caratteristiche di un progetto imprenditoriale, fondamentale per la pianificazione e gestione aziendale, per la verifica della fattibilità dell’idea e, non da ultimo, per la richiesta di sostegno finanziario a terzi.

  • Distinguere il proprio prodotto/servizio

    Concentrarsi su un prodotto/servizio che fa parte del “mercato saturo” potrebbe rivelarsi una perdita già in partenza. E’ bene, quindi, concentrarsi su un elemento distintivo, perché le persone sono attratte dalle novità.

  • Adeguata ricerca di mercato

    Strettamente legata al secondo punto, un’attenta ricerca di mercato è necessaria per fornire informazioni rilevanti all’azienda e ai destinatari. Consente, inoltre, di modificare le strategie e decisioni in merito: investire su un’idea che non soddisfa le esigenze del mercato, può essere, infatti, rischioso e rivelarsi un errore. E’ fondamentale, quindi, conoscere attraverso un attento studio il mercato nel quale si vuole entrare ed il target di riferimento.

  • Importanza di un buon team

    Pensare di far decollare una Start-up da soli, senza l’aiuto di validi esperti, non è consigliabile.
    Come accennato prima, avviare una propria attività non è semplice e i rischi di commettere errori sono molteplici, soprattutto se si è alle prime armi. E’ quindi opportuno avvalersi di un team di esperti, ognuno con competenze specifiche.

  • Strategia di marketing

    Anche in questo caso è importante ricorrere a esperti del settore che possano mettere in atto le giuste strategie di marketing, così da far conoscere il prodotto/servizio offerto ai potenziali clienti.

  • Raccogliere il feedback degli utenti

    Spesso, un’ulteriore strategia per far crescere il business, può essere quella del feedback.
    La possibilità di raccogliere le impressioni dei potenziali clienti, sul nostro prodotto/servizio, è necessaria per correggere o migliorare la proposta.

Gli esempi elencati finora, sono solo alcune delle regole da seguire per intraprendere correttamente la lunga strada che c’è da percorrere, quando s’intende avviare un’attività.

L’accesso al credito rappresenta un’ulteriore e fondamentale aspetto di cui tener conto: Microcredit.it eroga direttamente prestiti fino a  € 50.000, per agevolare la nascita delle Start-up e lo sviluppo delle giovani imprese.
Per saperne di più è possibile consultare la pagina finanziamenti del nostro sito.