Il Decreto Cura Italia (Decreto Legge 18/20) prevede, tra le altre cose, importanti e numerose misure di intervento straordinario per il sostegno economico di artigiani, microimprese e PMI italiane, connesse all’emergenza Covid-19.

Leggi qui il Decreto completo.

Alcuni di questi interventi (per quanto riguarda il Fondo di Garanzia PMI, in particolare) hanno una durata di 9 mesi a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto; altri, invece, hanno carattere strutturale.

Per quanto riguarda l’attività di concessione di Microcredito ai sensi dell’art.111 del Testo Unico Bancario, le principali novità riguardano:

  • l‘aumento dell’importo massimo finanziabile da 25.000 a 40.000 euro
    per l’attuazione della seguente misura è necessario il relativo adeguamento del D.M. 176/2014 da parte del Ministero Economia e Finanze
  • l’accesso al Fondo di Garanzia PMI (copertura della garanzia nella misura dell’80%) per le operazioni di credito da parte di banche ed altri intermediari finanziari concesse agli Operatori di Microcredito e destinate alla concessione di microcredito a start-up e giovani imprese

Si tratta di aggiornamenti importanti tesi a rendere gli Operatori di Microcredito attori protagonisti dell’attività di sostegno al tessuto microimprenditoriale italiano, in questo particolare momento di emergenza e per il prossimo futuro.