Una delegazione di Microcredit.it, lo scorso 4 ottobre, ha partecipato all’importante convegno “Educazione Finanziaria, Microcredito e Fintech alleati contro l’usura per l’inclusione finanziaria, nuove partnership e rinnovate sinergie con il Fondo di prevenzione dell’usura“, organizzato dal M.E.F. presso la sede dello stesso Ministero a Roma.
L’evento è stato inserito nell’ambito delle iniziative per il Mese dell’Educazione Finanziaria (quellocheconta.gov.it).

Alla presenza del Direttore Generale del Tesoro, Alessandro Rivera, e del Commissario Antiracket, Anna Paola Porzio, è stato presentato il Primo Rapporto dulla gestione del “Fondo per la prevenzione del fenomeno dell’usura” (ex L. 108/96).
La dott.a Lavinia Monti (membro MEF della Commissione per la prevenzione del fenomeno usura e Dirigente dell’Ufficio III – Direzione per la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario per fini illegali – Dipartimento del Tesoro – M.E.F.) ha descritto i risultati del rapporto che testimoniano l’apporto del Fondo nel supporto al tessuto imprenditoriale e sociale del Paese (dal 2013 al 2018, grazie alle garanzie del Fondo sono stati erogati prestiti per circa 470 milioni di euro).
Scarica il Rapporto sulla Gestione

L’occasione è stata altresì utile come momento di incontro, scambio di idee e punti di vista e condivisione di nuove sinergie operative tra tutti gli attori già coinvolti (Istituzioni, Confidi, Associazioni e Fondazioni) ed i nuovi soggetti (Operatori di Microcredito e Fintech) che, alla luce del nuovo contesto normativo, economico, sociale e tecnologico, assumeranno un ruolo sempre più importante nell’ambito della prevenzione del fenomeno usurario e supporto ai soggetti (imprese e famiglie) ad elevato rischio finanziario.
Il modello originario di funzionamento del Fondo è stato infatti concepito in un contesto economico e sociale profondamente diverso da quello attuale, soprattutto sul lato dell’offerta creditizia.
Sono state pertanto esaminate le possibilità offerte dalle piattaforme di social lending, dal micro-credito e dall’educazione finanziaria come leve a sostegno della prevenzione dell’usura” (cfr. Comunicato Stampa M.E.F.).